CICLOGITE 2019

Informazioni nel  MENU: CICLOGITE

 

Visualizzare e Stampare le nostre gite

 

 

NOTIZIE FLASH

Previous Next
  • 1
  • 2
  • 3
SERVIZI AI SOCI- CONVENZIONI anno 2017 SERVIZI AI SOCI- CONVENZIONI anno 2017 TOURING CLUB ITALIANO – Il socio Valerio Benelli, fiduciario aziendale dell’Ente presso cui lavo... Read more
Conoscere l'associazione "FIAB RIMINI--PEDALANDO E CAMMINANDO-APS"  Cos'è E' un 'Associazione ciclo-ecologista e c... Read more
Rimini:cambia la viabilità in città Rimini:cambia la viabilità in città Rivoluzione della viabilità, tutte le novità e i sensi di marcia strada per strada TRATTO:http://ww... Read more

FACEBOOK

Video SettimanaEuropea2019

 

la bici guarda avanti3

La bici guarda avanti. Il 10 dicembre eravamo in 53 attorno ai tavoli sui quali avevamo apparecchiato 5 temi per discutere di bici ben equipaggiate, città e ambienti amici delle 2 ruote no fuel. Un grande grazie ai partecipanti, molte indicazioni per irrobustire le nostre iniziative. Il tavolo dei giovani (un grazie particolare perché non era scontato che ci fossero) ci ha chiesto di finalizzare la nostra comunicazione per far crescere la nostra associazione e la nostra capacità d'incidere sulla mobilità sostenibile. Ci lavoreremo sicuramente. Intanto chi vuole può già fare un primo passo.


 

La rete ciclabile di Rimini si allunga di altri due chilometri 16 Dicembre 2015

 

Lavori ormai conclusi in via Saffi e nella zona del porto canale.

Approvato anche il progetto di una segnaletica dedicata.

 

 

Si arricchisce la rete delle piste ciclabili della Città. Infatti mentre si sono conclusi i lavori edili della pista ciclabile di via Saffi,stanno procedendo velocemente quelli relativi del primo stralcio dell’Anello Verde che,con l’obiettivo di arrivare fino a via Matteotti,da piazzale Boscovich sono giunti davanti al Faro.

Due nuove piste ciclabili che aggiungono quasi due chilometri alla rete ciclabile esistente, ammontante ora a 93 chilometri con un incremento di oltre il 20% rispetto al 2011.Una rete che a breve potrà contare, oltre che su percorsi veri e propri,anche su una segnaletica dedicata per aiutare i turisti ma anche i cittadini a scoprire un modo importante di muoversisul territorio alternativo all’uso dei mezzi inquinanti.

La Giunta comunale ha infatti approvato il progetto esecutivo per la realizzazione di opere di segnaletica e di indirizzamento e comunicazionedell’Anello Verde e della rete delle piste ciclabili cittadine, parte del progetto di mobilità sostenibile, e sarà proprio il primo stralcio in corso lungol’asta del porto ad essere oggetto dell’intervento della nuova segnaletica ideata dal gruppo di progettazione interno ai Lavori pubblici del Comune di Rimini.

L’inserimento della segnaletica di indirizzamento nel circuito dell’Anello Verde è quindi da considerarsi un ulteriore tasselloper operare la ricucitura di tutti i tratti del circuito, attribuendo l’effettivo riconoscimento come parte fondamentale del progettodi realizzazione della rete ciclabile del territorio comunale.

Il colore della segnaletica sarà univoco per ogni percorso principale (ad esempio Anello Verde, Assi di Penetrazione al Centro Storico,Lungomare). La segnaletica riporterà le direzioni e le distanze dai principali luoghi di interesse della città,passando attraverso l’anello verde e gli assi di penetrazione al centro storico.

La segnaletica aiuterà i turisti ma anche i cittadini a scoprire un nuovo modo di muoversi sul territorio.

Il progetto di nuova segnaletica si compone di un abaco di elementi cheverranno installati nelle intersezioni tra piste ciclabili,lungo i percorsi stessi o all’interno dei parchi che circondano il centrostorico e si avvarranno di leggii in acciaio zincato con logo e mappa della rete ciclabile che verrà prevista nei principali luoghi di interesse della città, di cartelli verticali contraddistinti con un colore ed un numero, mentre nelle intersezioni è previsto l’inserimento di cartelli di indirizzamento verso i luoghi di interesse del territorio comunale.

Una segnaletica verticale che verrà integrata da quella specifica orizzontale.

 

La nuova pista ciclabile di via Saffi

 ciclabile3

Sono stati ultimati i lavori edili per la realizzazione della nuova pista ciclabile del Borgo Sant’Andrea, parte dell’intervento più complessivo di riqualificazione della zona che ha visto nelle vie adiacenti (via Melozzo da Forlì, via Cignani) la realizzazione di nuovearee dedicate alla sosta.

Una nuova pista ciclabile integrata da una bretella di oltre 20 metri che dall’incrocio con la Circonvallazione occidentale permette l’inserimento in sicurezza delle biciclette sulla via Montefeltro e da qui,passandodavanti alla chiesa di Gaudenzo, sulla nuova pista di via Saffi.

La nuova pista ciclabile corre in sede propria per oltre 200 metri da piazza Mazzini giunge via delle Fosse, e costituisce uno degli assi monte–centro città più importanti dell’intera rete ciclabile cittadina.

 

Bidirezionale, la pista ha messo in sicurezza la mobilità ciclopedonale attraverso l’ampliamento del marciapiede esistente sul lato nord di via Saffi.

Sarà completata nei dettagli con la realizzazione della segnaletica orizzontale e verticale subito dopo le festività di fine anno,mentre la completa riasfaltatura di via Saffi è prevista nel mese di marzo quando l’innalzamento delle temperature permetterà la posa di un nuovo strato d’asfalto.


 

La nuova pista ciclabile tra p.le Boscovich e via Matteotti

(1° stralcio dell’Anello Verde)

E’ arrivata in prossimità del Faro la nuova pista ciclabile che, lunga un chilometro e mezzo, dall’ingresso portuale di piazzaleBoscovich porterà fino al Ponte dei Mille consentendo, attraverso la realizzazione di un attraversamento ciclo-pedonale diraggiungere via Bastioni Settentrionali e da qui il centro città.

Dopo il Faro la pista continuerà a fianco di via Destra del portofino al Giardino “I ragazzi del Parsifal”, dove è prevista una pista ciclabile bidirezionale su marciapiede rialzato che,sulla strada esistente, correrà lato banchina portuale. Proseguendo,con lavori di manutenzione straordinaria sarà realizzato all’interno della banchina portuale un percorso ciclabile fino l’intersezione con il Ponte della Resistenza (viaColetti) regolamentata con un attraversamento ciclo-pedonale. La pista ciclabile proseguirà fino a via Matteotti,in parte utilizzando l’attuale percorso parallelo a via Destra del porto (fino al ponte della ferrovia)che attualmente è un percorso ciclabilemonodirezionale.

In questo tratto il percorso sarà opportunamente rialzato per garantire la bi-direzionalità e regolamentato come pista ciclabile con opportuna segnaletica orizzontale e verticale.

 

San Giuliano mare: inaugurata quest’oggi la nuova ciclabile

 image009 image012

“Insieme alla realizzazione del primo tratto di pista ciclabile dell’Anello Verde da Piazzale Boscovich a via Cavalieri,in fase d’appalto e di prossima realizzazione – ha detto il Sindaco di Rimini Andrea Gnassi -la riqualificazione funzionale del litorale di San Giuliano mare che oggi inauguriamo costituisce un’opera strategica per la ricucitura del lungomare di Rimini.Un intervento strategico all’insegna della mobilità sostenibile ma anche per valorizzare la componente identitaria di un luogo legato alla marineria e al turismo.

“Da città sul mare a città di mare”,ossia riprendersi la cultura del mare incrociando la riqualificazione di tutti gli assi del lungomare con il risanamento ambientale, la risorsa fondamentale dell’arenile, a partire da una visione integrata e strategica della città.

La nuova pista ciclabile –ha proseguito il Sindaco- è infatti un intervento in continuità rispetto a quello effettuato nei mesi scorsi con il tratto ciclabile fra piazzale Boscovich e piazzetta del Faro.Intervento che ha reso disponibile una ciclabile monodirezionale, ma che vedrà a breve lo svolgersi della gara d’appalto per completarla e, contemporaneamente,per rivedere forma e dimensione del parcheggio attiguo del piazzale.

”Ma già da oggi con la nuova pista ciclabile di San Giuliano mare,integrando l’uso del traghetto per attraversare il porto canale, è possibile approdare in Via Ortigara ed in sicurezza, grazie alla realizzazione di una nuova rotonda all’intersezione con via Lucio Lando, immettersi sulle ciclabili a nord, sulla spiaggia e verso il deviatore,collegandosi ai tratti realizzati sul nuovo ponte di via Carlo Zavagli.

In questo modo, a intervento ultimato, la pista ciclabile che proviene dai lungomari sud sarà funzionalmente connessa con quella verso il lungomare nord e viceversa.Questa fase dei lavori è completata dalla realizzazione di una nuova segnaletica di arredo,costituita da portali, totem,gonfaloni e bandiere segnaletiche.Insieme all’apertura del nuovo tratto di ciclabile,debutta quindi anche la modalità di comunicazione diretta a cittadini e turisti, utile ad individuare i percorsi dell’anello verde ed orientarsi negli spostamenti, un progetto di segnaletica di indicazione ed arredo urbano che, percorrendo la pista ciclabile,individua oltre alle località anche i luoghi di interesse storico ed artistico.Sulla piazzetta del Faro e in via Ortigara sono stati così posizionati due portali in corrispondenza degli approdi del traghetto. 20 gonfaloni e 16 bandiere segnaletiche completano poi la segnalazione lungo la Via Destra Porto e la Via Ortigara.

Ora i lavori, passato il clou della stagione balneare, si dedicheranno al completamento e al miglioramento del tratto di pista ciclabile già esistente fino a Piazza della Balena con la manutenzione delle parti più degradate della attuale ciclabile che transita a ridosso della spiaggia.L’intervento, avviato alla fine del mese di maggio e che oggi è arrivato nella sua prima parte a realizzazione, è stato redatto dai tecnici della Direzione Lavori Pubblici e Qualità Urbana del Comune di Rimini, mentre la direzione lavori è stata condotta dai tecnici del Servizio Manutenzione Strade d’Anthea con un costo complessivo di 160.000 euro.

Il 10 Dicembre, in occasione della seconda edizione di “La bici guarda avanti”, avrai la possibilità di contribuire con la nostra associazione sulla creazione di un quadro programmatico di azioni legate al tema della bicicletta. Decidi a quale tavolo laboratoriale partecipare o contribuisci compilando il questionario e potrai inviarla a This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

 Per il questionario andare nel sito:

Cliccare su ATTIVITA' LA BICI GUARDA AVANTI poi QUESTIONARIO

                La bici guarda avanti 2015

-La bici guarda avanti ed è ormai considerata da più parti una risorsa per rendere sostenibile l'accessibilità urbana, per godere il paesaggio e per facilitare anche i rapporti fra le persone;

Ma noi che per primi abbiamo creduto a tutto ciò vogliamo definire programmi ed azioni per andare ancora  un po' più avanti, per rendere più sicuro, efficiente e gradevole l'uso della bicicletta per grandi e piccini, donne e uomini che pedalano ogni giorno o che vanno in vacanza su due ruote.
Per questo Ti chiediamo di intervenire il 10 dicembre ad uno dei tavoli tematici che proponiamo per portare il tuo contributo, per fare osservazioni e proposte su percorsi e servizi a supporto di chi si sposta con la sola energia dei propri muscoli.

Sappiamo che c'è ancora tanto da fare per:


-    Avere meno auto in circolazione, percorsi continui e zone "30" più diffuse;
-   Ridurre gli incidenti di chi va a piedi o in bicicletta che purtroppo non diminuiscono così come i furti delle due ruote.

Insomma il 10 dicembre Fiab Rimini /Pedalando e Camminando ti invita a costruire insieme un quadro programmatico e delle azioni specifiche su cui impegnare direttamente la nostra associazione e su cui richiedere l'impegno delle istituzioni e delle organizzazioni che possono fornire un contributo allo sviluppo della ciclabilità.


Nel volantino allegato suggeriamo alcuni temi di confronto e altri ne potrai proporre al tavolo sul quale sceglierai di lavorare.


Puoi già cominciare a fissare su questo schema: La tua idea per migliorare la ciclabilità a Rimini

Se ci fornisci idee e vuoi essere ricontrato ci devi spedire indirizzo mail ed enventuale telefono

 

 

FiabRimini/PedalandoeCamminando partecipa alla Settimana europea della mobilità sostenibile con tre iniziative utili a promuovere la ciclabilità urbana.

 

 

1)La settimana è già incominciata giovedì17 settembre con il rilievo delle biciclette che entrano in centrostorico; quattro i punti di rilevamento:pontediTiberio, Arco d'Augusto,Porta Montanara e via IVNovembre; in quattro ore (8,00-10,00/16,00-18,00) sono entrate in centro 4183 biciclette;in maggioranza le donne,soprattutto il mattino,con il 54,6%,un analogo rilievo effettuato il17 e24 luglio sulla pista ciclabile del parco Ausa a mare della  via Roma ci ha consentito di rilevare il transito di 500 biciclette per ogni ora; questi numeri(ancorchè in leggero calo rispetto    a gli anni scorsi) evidenziano che la bicicletta a Rimini è una componente di traffico molto rilevante che meriterebbe un'attenzione ancora più alta di quanto l'amministrazione sta già facendo sul versante infrastrutturale.

Si tratta di riconoscere alle due ruote un ruolo prioritario nella mobilità urbana,finalizzato a rendere scorrevoli, sicuri e controllati i percorsi.(Dal 2000 al 2014 tutti gli incidenti stradali sono diminuiti del31 % nel Comune di Rimini ma quelli delle bici sono purtroppo costanti da15 anni attorno ai 250 ed anche nel2014 sono stati 269).

Proponiamo prioritariamente di

- Estendere le zone30 e le zone a traffico limitato,una pratica poco costosa,di sicura efficacia e realizzabile in poco tempo ed a costi contenuti.

-Contrastare il furto delle biciclette attrezzando aree di sosta custodite e dotate di servizi di supporto:questa esigenza è assoluta davanti alla stazione FFSS di Rimini che continua a non essere accessibile alle biciclette (e ai disabili) in granparte deibinarie all'esterno non ha spazie servizi di standard accettabili per l'interscambio con le biciclette. La presenza di una ciclofficina che gestisca anche un parcheggio ordinato e custodito è un'esigenza non più rinviabile.

-Realizzare una segnaletica derivata dal codice della strada e di standard regionale sui ciclo percorsi, sugli itinerari di avvicinamento e sui luoghi d'interesse che è possibile raggiungere:i cicloturisti che transitano sulla costa Adriatica (e sono tanti)non sanno come rintracciare importanti percorsi come quello della valMarecchia o della valle delConca e non trovano alloggi disponibili per una o due notti;questa estate un gruppo Fiab di Torino ha dovuto pernottare a Tavullia. 

2)La settimana della mobilità proseguirà sabato19 con il check-up gratuito delle bici invia Castelfidardo dalle 9,00 alle 12,00(mezzogiorno)in collaborazione con Ciclofficina e del MercatoCoperto;promuoviamo un pò di cultura della manutenzione delle 2ruote soprattutto per far conoscere i requisiti minimi di sicurezza e di visibilità necessari perchi si sposta in bicicletta.

3) Domenica 20 settembre Bimbimbici: alle ore10,00 partenza da piazza TreMartiri del percorso ciclabile (brevekm.2,00e lungo7,9 km) per i bambini delle elementari e delle medie;fra i partecipanti verrà estratta a sorte una bicicletta e da altri premi.Ci saranno la banda giovanile città di Rimini,la Ciclofficina, un'azienda giovanile che pratica il Cargobike.

Tutto il materiale necessario ad organizzare la manifestazione verrà portato in piazza TreMartiri in bicicletta;infatti tre cargobike dimostreranno che dentro l'area pedonale si può portare quasi ogni tipo di merce senza bisogno di ricorrere a furgoni o altrimezzi ingombranti,inquinanti e pericolosi per chi si muove a piedi ed inbici.

In contemporanea alla manifestazione Bimbimbici si terrà anche la premiazione organizzata dal progetto europeo  Bike2Work(Al lavoro in bici),che da maggio a settembre di quest’anno ha promosso,con il patrocinio della Provincia e  del  Comune di Rimini e del Comune di Santarcangelo,una campagna intesa a favorire l’uso della bici per andare e tornare dal lavoro.

Prendere la bici non solo fa bene ma è anche il mezzo più rapido,soprattutto in città,per distanze medio brevi.

Le adesioni sono state numerose e saranno premi ad tutti le lavoratrici e i lavoratori che in questi tre mesi si sono particolarmente distinti per l’uso della bici nel percorso casa lavoro.

Ci saranno premi alle persone,ma anche riconoscimenti alle aziende che hanno fatto registrare il maggior numero di adesioni.

LA PREMIAZIONE AVVERRA’ IN PIAZZA TREMARTIRI DIRIMINI,ALLE ORE11 DI DOMENICA 20 SETTEMBRE.

 

 

Sabato 19:check up gratuito delle bici davanti al Mercato Coperto in via Castelfidardo;
Riproponiamo una iniziativa  in collaborazione con il Mercato Coperto che riscuote successo in tutte le stagioni dell'anno; dalle ore 9.00 a mezzogiorno i ragazzi della Ciclofficina controlleranno gratuitamente le biciclette e cercheranno di aumentare l'efficienza e la sicurezza delle due ruote di tutti quelli che si presenteranno.

More Articles...

FOTO GALLERY

 I momenti più belli 

CLICCA PER VEDERE FOTO

VIDEO SCUOLE

 

      VEDERE IL VIDEO

AREA TECNICA

Federazione Italiana

Amici della Bicicletta

  

BC RIVISTA BICI

banner bc siti fiab  

clicca logo RIVISTA FIAB

Rivista BC: inchieste su temi di attualità, tecnologia e materiali, interviste; mete e itinerari per il cicloturismo; uno spazio per le campagne e le iniziative di Fiab; ambiente, salute, sostenibilità e cultura e molto altro.

Copyright © 2016. All Rights Reserved.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information