NOTIZIE FLASH

Previous Next
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Nasce la Velostazione di Rimini Nasce la Velostazione di Rimini Per promuovere l'utilizzo della bicicletta nasce la Velostazione di Rimini   Tratto da Altari... Read more
SERVIZI AI SOCI- CONVENZIONI anno 2017 SERVIZI AI SOCI- CONVENZIONI anno 2017 TOURING CLUB ITALIANO – Il socio Valerio Benelli, fiduciario aziendale dell’Ente presso cui lavo... Read more
1 Festa  della bicicletta2017 1 Festa della bicicletta2017 "Rimini martedì 4 aprile Fiab Rimini ed il Pedale Riminese organizzano una grande festa della bicicl... Read more
Rimini: nuova pista ciclabile a San Giuliano Rimini: nuova pista ciclabile a San Giuliano Tratto da: :Riminitoday.it/cronaca del 11 maggio2017Rimini punta a realizzare una nuova pista ciclab... Read more
Ciclogita per la mobilità Ciclogita per la mobilità Sabato 16 settembre Bimbimbici entra nella settimana europea della mobilità e dal centro di Riminis... Read more

FACEBOOK

TRATTO DA :corriereromagna.it/rimini/2013-08-25/il-mondo-due-ruote-strade-insicure-strage-di-ciclisti"

 

Comunicato Associazione

 

L’associazione guidata da Sandro Luccardi propone una campagna di sensibilizzazione:

«Se il Comune apre un ufficio ad hoc, diamo il nostro aiuto»

IL MONDO A DUE RUOTE

Strade insicure, strage di ciclisti

Pedalando e Camminando lancia l’allarme: «La gente però non rispetta le regole»

Incidente

RIMINI. La bicicletta è un mezzo ecologico e salutare, un’alternativa alla palestra per mantenersi in forma, permette anche di risparmiare su carburante e sosta. Eppure, anche le rose hanno le spine. Poche piste ciclabili e utenti indisciplinati sono una combinazione perfetta per un incidente stradale. Diversi feriti e qualche morto, anche in bici, non sono mancati negli ultimi anni.
A fornire i dati è lo stesso Comune, che li ha raccolti nel 2012. Gli incidenti che hanno coinvolto almeno un ciclista sono stati 193, in seguito ai quali 176 persone sono rimaste ferite e 3 sono decedute. In base alle statistiche, in riferimento al numero di sinistri nell’arco di 10 anni, dal 2000 al 2010, le vie più critiche sono viale Regina Margherita e viale Regina Elena, che raggiungono rispettivamente i 22 e i 23 incidenti, insieme a via Marecchiese a quota 31, ma soprattutto la Statale 16, con ben 75 incidenti.«La colpa è delle infrastrutture carenti, ma non solo - dichiara Sandro Luccardi, presidente del comitato riminese Pedalando e Camminando, preoccupato della sicurezza e dell’incolumità dei cittadini - infatti è il comportamento di molte persone che andrebbe corretto prima di tutto. Bisognerebbe imparare a rispettare le regole, partendo dalle cose più semplici, come lo stesso senso di marcia, o le divisioni tra il percorso pedonale e quello ciclabile, e anche ridurre la velocità delle autovetture non sarebbe male». La Regione il 15 giugno di quest’anno ha lanciato la campagna intitolata a ciascuno il suo per promuovere la sicurezza di pedoni e ciclisti. L’obiettivo posto è quello di ridurre del 50 per cento di qui al 2020 gli incidenti che interessano i velocipedi. Considerando che nel passato decennio la diminuzione è stata del 13 per cento, si presenta un ampio margine di miglioramento, in particolare confrontando questi numeri con quelli che interessano i sinistri tra autoveicoli, i quali, nello stesso arco temporale, sono diminuiti del 56 per cento.«Per incentivare la popolazione a un uso della bicicletta più responsabile, le amministrazioni dovrebbero occuparsi di informare di più e meglio i cittadini - afferma ancora il presidente di Pedalando e Camminando -. Ad esempio, dovrebbero aumentare il numero di insegne inerenti al traffico ciclabile, segnalare meglio i percorsi ciclabili, che oltre a essere ampliati, molti di questi dovrebbero essere anche messi in sicurezza. Naturalmente poi, ci sono pochissimi parcheggi per le biciclette, e spesso si è costretti servirsi di pali e recinzioni, che si rivelano il più delle volte inadatti, o poco sicuri, e i furti sono altissimi». In città non esistono rilevatori di biciclette, eppure, il 20 settembre dell’anno scorso, in occasione della giornata della mobilità, l’associazione si è occupata di contare il numero di bici entrate nel centro storico. Circa 4mila in 4 ore, in particolare 1.300 provenienti dall’Arco di Augusto, 1.045 hanno attraversato il ponte di Tiberio, 1.033 dalla Porta Montanara e 351 si sono servite di via IV novembre. La rilevazione verrà ripetuta anche il prossimo 20 settembre, in modo da monitorare la situazione e acquisire consapevolezza degli interessi che i cittadini percepiscono come più urgenti. Luccardi, portavoce e presidente del Comitato, manifesta così la sua disponibilità a collaborare con il Comune. «Se a Palazzo Garampi decidessero di costituire un ufficio biciclette, io e gli altri membri del comitato saremmo ben felici di prestare il nostro contributo»                                                           

FOTO GALLERY

 I momenti più belli 

CLICCA PER VEDERE FOTO

VIDEO SCUOLE

 

      VEDERE IL VIDEO

AREA TECNICA

Federazione Italiana

Amici della Bicicletta

  

BC RIVISTA BICI

banner bc siti fiab  

clicca logo RIVISTA FIAB

Rivista BC: inchieste su temi di attualità, tecnologia e materiali, interviste; mete e itinerari per il cicloturismo; uno spazio per le campagne e le iniziative di Fiab; ambiente, salute, sostenibilità e cultura e molto altro.

Copyright © 2016. All Rights Reserved.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information