NOTIZIE FLASH

Previous Next
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
  • 6
Nasce la Velostazione di Rimini Nasce la Velostazione di Rimini Per promuovere l'utilizzo della bicicletta nasce la Velostazione di Rimini   Tratto da Altari... Read more
SERVIZI AI SOCI- CONVENZIONI anno 2017 SERVIZI AI SOCI- CONVENZIONI anno 2017 TOURING CLUB ITALIANO – Il socio Valerio Benelli, fiduciario aziendale dell’Ente presso cui lavo... Read more
1 Festa  della bicicletta2017 1 Festa della bicicletta2017 "Rimini martedì 4 aprile Fiab Rimini ed il Pedale Riminese organizzano una grande festa della bicicl... Read more
Rimini: nuova pista ciclabile a San Giuliano Rimini: nuova pista ciclabile a San Giuliano Tratto da: :Riminitoday.it/cronaca del 11 maggio2017Rimini punta a realizzare una nuova pista ciclab... Read more
Ciclogita per la mobilità 16 settembre2017 Ciclogita per la mobilità 16 settembre2017 Sabato 16 settembre Bimbimbici entra nella settimana europea della mobilità e dal centro di Riminis... Read more
Rimini bandiera gialla, Rimini bandiera gialla,"Comune cilabile nel 2018" Tratto da RIMINITODAY del 8nov2018 “Siamo orgogliosi che la FIAB e il Ministero dei trasporti abb... Read more

FACEBOOK

Conoscere il codice stradale da maggiore sicurezza a te e migliora il rapporto con gli altri utenti evitando di creare possibili situazioni di pericolo e disagio.
Di seguito vi segnaliamo i principali punti del codice della strada per conoscere i doveri e i diritti di: Ciclisti, pedoni e disabili
E rimandiamo ai rispettivi opuscoli e collegamenti per una conoscenza più approfondita.
 

TRE COSE SONO IMPORTANTI SULLA STRADA: PRUDENZA-PRUDENZA-PRUDENZA

 

12 REGOLE per pedalare in sicurezza

 

  • Sulle strade che percorri e sulle rotatorie devi tenerti il più vicino possibile al margine destro della carreggiata:
  • -HAI GLI STESSI DIRITTI E DOVERI DEGLI ALTRI VEICOLI , EVITA INCERTEZZEE SEGNALA I TUOI SPOSTAMENTIcon il BRACCIO TESO nelle SVOLTE o negli SPOSTAMENTI.
      • - SE VUOI ESSERE RISPETTATO, RISPETTA GLI ALTRI.
      • I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circoli fuori dai centri abitati devi sempre procedere su unica fila, salvo che accompagni un minore di anni dieci e questi proceda sulla tua destra.
      • - Devi avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; devi essere in grado in ogni momento di vedere liberamente davanti a te, ai due lati e compiere con la massima libertà, prontezza e facilità le manovre necessarie.
      • -MOLTI PERICOLI ARRIVANO ALLE SPALLE: Monta UNO SPECCHIETTO RETROVISORE ti aiuta ad evitarli.
      • -IL CASCO TI PUO' SALVARE LA VITA. E' CONSIGLIATO IN PARTICOLARE PER I PIU' PICCOLI.
      • -RICORDA CHE CAMPANELLO, LUCI E CATADIOTTRI SONO OBBLIGATORI.
      • - Controllane l'efficienza insieme a freni e pneumatici. Il suono del CAMPANELLO aumenta la percezione della tua presenza: usalo!!!!
      • -CERCA DI PREVENIRE LE MANOVRE DEGLI ALTRI E NON DISTRARTI CON CUFFIE o CELLULARI. NON INDOSSARE OGGETTI CHE POTREBBERO RISULTARE PERICOLOSI IN CASO DI CADUTA
      • - I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni.
      •    AL SEMAFORO FAI SEMPRE ATTENZIONE:PASSA solo con il verde MAI CON IL ROSSO o IL GIALLO.
      • - NON PERCORRERE le principale strade extraurbane ed urbane, quali :statale Adriatica ed Emilia, superstrada di San Marino, prolungamento di via Roma fino al confine   con Riccione, vie Settembrini, Dalla Chiesa, Euterpe, Panzini , Jano Planco , Caduti di Marzabotto. CERCA DI evitare le STRADE DISSESTATE, con troppo traffico e percorse da veicoli veloci o pesanti.
      • -Quando una strada è affiancata da una pista ciclabile devi transitare esclusivamente su quest'ultima. cfr IN CASO DI INCIDENTE(sarai risarcito?) SEI ASSICURATO(?)   SOLAMENTE SE PERCORRI LA PISTA CICLABILE.
      • -ATTENTI AI VEICOLI PARCHEGGIATI CON persone a bordo: improvvisi avvii del veicolo stesso o aperture di portiere possono costituire un serio pericolo.
      • - ATTENTI A MOTO,cicli e CICLOMOTORI che azzardano sorpassi A DESTRA anche se vietati
      •   Fuori dai centri abitati da mezz'ora dopo il tramonto del sole a mezz'ora prima del suo sorgere e nelle gallerie è obbligatorio indossare il giubbotto o le bretelle retroriflettenti ad alta visibilita'.

 

Anche di giorno RENDITI VISIBILE CON QUALCOSA DI FLUORESCENTE.

Riferimenti normativi

Art 2 CdS.Classificazione delle strade A,B,C,D,E,F,

F-bis. Itinerario ciclopedonale: strada locale, urbana, extraurbana o vicinale, destinata prevalentemente alla percorrenza pedonale e ciclabile e caratterizzata da una sicurezza intrinseca a tutela dell'utenza debole della strada

 

Art 50 CdS Le biciclette a pedalata assistita sono assimilate alle semplici biciclette se sono dotate di un motore ausiliario elettrico avente potenza nominale continua massima di 0,25 KW la cui alimentazione sia progressivamente ridotta ed infine interrotta quando il veicolo raggiunge i 25 km/h o prima se il ciclista smette di pedalare.

 

 

Art. 182. Circolazione dei velocipedi.

  • I ciclisti devono procedere su unica fila in tutti i casi in cui le condizioni della circolazione lo richiedano e, comunque, mai affiancati in numero superiore a due; quando circolano fuori dai centri abitati devono sempre procedere su unica fila, salvo che uno di essi sia minore di anni dieci e proceda sulla destra dell'altro.
  • I ciclisti devono avere libero l'uso delle braccia e delle mani e reggere il manubrio almeno con una mano; essi devono essere in grado in ogni momento di vedere liberamente davanti a sé, ai due lati e compiere con la massima libertà, prontezza e facilità le manovre necessarie.
  • Ai ciclisti è vietato trainare veicoli, salvo nei casi consentiti dalle presenti norme, condurre animali e farsi trainare da altro veicolo.
  • I ciclisti devono condurre il veicolo a mano quando, per le condizioni della circolazione, siano di intralcio o di pericolo per i pedoni. In tal caso sono assimilati ai pedoni e devono usare la comune diligenza e la comune prudenza.
  • È vietato trasportare altre persone sul velocipede a meno che lo stesso non sia appositamente costruito e attrezzato.È consentito tuttavia al conducente maggiorenne il trasporto di un bambino  fino a otto anni di età, opportunamente assicurato con le attrezzature,di cui all'articolo 68,comma5.
  • I velocipedi appositamente costruiti ed omologati per il trasporto di altre persone oltre al conducente devono essere condotti, se a più di due ruote simmetriche, solo da quest'ultimo.
  • Sui veicoli di cui al comma 6 non si possono trasportare più di quattro persone adulte compresi i conducenti; è consentito anche il trasporto contemporaneo di due bambini fino a dieci anni di età.
  • Per il trasporto di oggetti e di animali si applica l'art. 170.
  • I velocipedi devono transitare sulle piste loro riservate quando esistono, salvo il divieto per particolari categorie di essi, con le modalità stabilite nel regolamento.
  • Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 19,95 a euro 81,90.
  • La sanzione è da euro 33,60 a euro 137,55 quando si tratta di velocipedi di cui al comma 6.

 F-bis. Itinerario ciclopedonale: strada locale, urbana, extraurbana o vicinale, destinata prevalentemente alla percorrenza pedonale e ciclabile e caratterizzata da una sicurezza intrinseca a tutela dell'utenza debole della strada  Circolazione ciclistica DM 577  1999

  • In area urbana la circolazione ciclistica va indirizzata prevalentemente su strade locali e, laddove sia previsto che si svolga con una consistente intensita' su strade della rete principale,(in tal caso)
  • la stessa va adeguatamente protetta attraverso la realizzazione di piste ciclabili.
  • In generale e con riferimento specifico alla tipologia delle strade indicata nel decreto legislativo
  • 30 aprile 1992, n. 285, e' da osservare che sulle autostrade, extraurbane ed urbane, e sulle strade extraurbane principali, la circolazione ciclistica e' vietata, ai sensi dell'articolo 175 del suddetto decreto legislativo, e da indirizzare sulle relative strade di servizio (se esistono);
  • sulle strade extraurbane secondarie e sulle strade urbane di scorrimento(prolungamento di via Roma ed il circuito C,A, Dalla Chiesa , Euterpe, Panzini ecc,) le piste ciclabili -ove occorrano - devono essere realizzate in sede propria, salvo i casi nei quali i relativi percorsi protetti siano attuati sui marciapiedi; sulle strade urbane di quartiere e sulle strade locali extraurbane, le piste ciclabili possono essere realizzate oltre che in sede propria,
  • anche su corsie riservate;sulle strade locali urbane, le piste ciclabili - ove occorrano devono essere sempre realizzate su corsie riservate(con senso di marcia concorde alla circolazionedegli altri veicoli)

FOTO GALLERY

 I momenti più belli 

CLICCA PER VEDERE FOTO

VIDEO SCUOLE

 

      VEDERE IL VIDEO

AREA TECNICA

Federazione Italiana

Amici della Bicicletta

  

BC RIVISTA BICI

banner bc siti fiab  

clicca logo RIVISTA FIAB

Rivista BC: inchieste su temi di attualità, tecnologia e materiali, interviste; mete e itinerari per il cicloturismo; uno spazio per le campagne e le iniziative di Fiab; ambiente, salute, sostenibilità e cultura e molto altro.

Copyright © 2016. All Rights Reserved.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information